Home > Idee innovative > Viareggio: nel bar libri al posto delle slot machines

Viareggio: nel bar libri al posto delle slot machines

Azzurra Cerri-fonte foto: iltirreno.gelocal.it

Azzurra Cerri-fonte foto: iltirreno.gelocal.it

Non c’è bar o tabaccheria in cui non facciano bella mostra le slot machines e altre macchinette elettroniche ruba soldi che purtroppo stanno diventando la rovina di molte, troppe persone. Per fortuna, però, c’è anche si oppone ad un business di questo tipo che in genere attira gente poco raccomandabile.

E’ il caso di Azzurra Cerri, titolare del bar “Why Not? Cafè” di Viareggio che, dopo due anni, è riuscita ad ottenere la rescissione del contratto che la obbligava a tenere le slot machines all’interno dell’esercizio per cinque anni. La lotta contro le diaboliche macchinette non è stata per niente facile: il concessionario ha spiegato ad Azzurra che la rimozione delle slot in anticipo rispetto all’accordo avrebbe comportato il pagamento di una penale pari a 1000 euro per ogni anno che mancava alla fine della naturale durata del contratto.

E così Azzurra è passata ai fatti, mettendo in atto una strategia che si è rivelata vincente: ha spento le macchinette, in modo che la Sisal ha dovuto riscontrare che gli incassi erano troppo esigui e quindi si è vista costretta a portare via le slot. Poiché Azzurra è un’amante dei libri e ha sempre pensato di creare un caffè letterario, ha preso la palla al balzo e ha posizionato, al posto delle slot machines, una spaziosa libreria da riempire di libri che i clienti del bar possono leggere e consultare mentre sorseggiano un tè o mangiano un panino in pausa pranzo.

“Ora che mi sono liberata delle slot, sono felice. Il bar è di nuovo tranquillo, così come i clienti che lo frequentano. Finalmente sono riuscita a realizzare il mio piccolo desiderio di creare un angolo dedicato alla lettura”, spiega Azzurra.

Sarebbe bello che altri gestori seguissero il suo esempio per offrire ai clienti un angolo culturale o divertente anziché sperperare soldi in giochi truffaldini.

Articolo realizzato da Cristiana Lenoci

Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Tweet about this on TwitterShare on Facebook0
Autore
Cristiana Lenoci
Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*