Home > Guide > Sintomi, cause e trattamento per la depressione

Sintomi, cause e trattamento per la depressione

Definire la causa esatta della depressione non è facile, anche perchè i fattori scatenanti possono essere molti e connessi tra loro. Anche se non sappiamo esattamente cosa causa la depressione, molte cose però sono comunemente legate al suo sviluppo. La depressione di solito deriva da una combinazione di eventi recenti e altri fattori personali sedimentati nell’animo da molto tempo. Se parliamo di depressione poco ha a che fare con un evento immediato.

Definizione di depressione

dobbiamo prima però definire cosa si intende per depressione. Il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali è quello a cui si fa riferimento e la definisce come una “malattia psicologica invalidante che coinvolge sia la sfera affettiva che cognitiva della persona, influendo negativamente sulla vita familiare, lavorativa, sullo studio, sulle abitudini alimentari, sul sonno“.

Sintomi della depressione

Un episodio depressivo può includere questi sintomi:

  • Stato d’animo persistente triste, ansioso o con una sensazione di “vuoto”
  • Sentimenti di disperazione, pessimismo
  • Sentimenti di colpa, inutilità, impotenza
  • Perdita di interesse o piacere per hobby e attività, compreso il sesso
  • Diminuzione di energia, stanchezza, sensazione di “rallentamento”
  • Difficoltà a concentrarsi, ricordare, prendere decisioni
  • Insonnia, risveglio mattutino o sonno eccessivo
  • Basso appetito e perdita di peso o eccesso di cibo e aumento di peso
  • Pensieri di morte o suicidio, tentativi di suicidio
  • Irrequietezza, irritabilità
  • Sintomi fisici persistenti che non rispondono al trattamento, come mal di testa, disturbi digestivi e dolore per i quali non è possibile diagnosticare nessun’altra causa.

Per maggiori informazioni sui segnali di depressione leggi l’articolo della Psicologa Claudia De Masi esperta in terapia breve strategica a Roma.

Cause della depressione

Eventi della vita

La ricerca suggerisce che le difficoltà persistenti , una disoccupazione di lunga durata, vivere in una relazione intima povera, un isolamento a lungo termine, la solitudine, stress da lavoro prolungato – hanno maggiori probabilità di causare depressione. Tuttavia, eventi recenti (come la perdita del lavoro) o una combinazione di eventi possono “innescare” la depressione se sei già a rischio a causa di precedenti esperienze negative o fattori personali.

Fattori personali

  • Storia familiare – La depressione può essere presente nelle famiglie e alcune persone saranno a maggior rischio per ereditarietà. Tuttavia, avere un genitore o un parente stretto affetto da depressione non significa che vivrai automaticamente la stessa esperienza. È probabile che le circostanze della vita e altri fattori personali abbiano ancora un’influenza importante.
  • Personalità : alcune persone possono essere maggiormente a rischio di depressione a causa della loro personalità, in particolare se hanno la tendenza a preoccuparsi molto, hanno una bassa autostima, sono perfezioniste, sono sensibili alle critiche personali o sono autocritiche e negative.
  • Grave malattia medica – Lo stress e la preoccupazione di affrontare una malattia grave possono portare alla depressione, soprattutto se hai a che fare con la gestione a lungo termine e / o il dolore cronico.
  • Uso di droghe e alcol: l’uso di droghe e alcol può portare e derivare dalla depressione. Molte persone con depressione hanno anche problemi di droga e alcol.

Cambiamenti nel cervello

Sebbene ci siano state molte ricerche in questa complessa area, c’è ancora molto che non sappiamo. La depressione non è semplicemente il risultato di uno “squilibrio chimico”, ad esempio perché hai troppo o non abbastanza di una particolare sostanza chimica del cervello. È complicato e ci sono molteplici cause di depressione maggiore. Fattori come la vulnerabilità genetica, i fattori di stress della vita gravi, le sostanze che potresti assumere (alcuni farmaci, droghe e alcol) e le condizioni mediche possono influenzare il modo in cui il tuo cervello regola i tuoi stati d’animo.

La maggior parte degli antidepressivi moderni ha un effetto sui trasmettitori chimici del cervello (serotonina e noradrenalina), che trasmettono messaggi tra le cellule cerebrali: si pensa che questo sia il modo in cui i farmaci agiscono per la depressione più grave. Il trattamento psicologico può anche aiutarti a regolare i tuoi stati d’animo.

Un trattamento efficace può stimolare la crescita di nuove cellule nervose nei circuiti che regolano il tuo umore, che si ritiene svolga un ruolo fondamentale nel recupero dagli episodi più gravi di depressione.

Trattamenti per la depressione

La cosa primaria da fare è contattare uno psicologo. Sull’ albo dei psicologi del Lazio ad esempio c’è la lista di tutti i professionisti divisi per specializzazione.

Suggerimenti per il trattamento della depressione

Impara il più possibile sulla tua depressione. È importante determinare se i sintomi della depressione sono dovuti a una condizione medica di base. Se è così, quella condizione dovrà essere trattata subito. Anche la gravità della tua depressione è un fattore importante. Più grave è la depressione, più intenso sarà il trattamento di cui avrai probabilmente bisogno.

Ci vuole tempo per trovare il trattamento giusto. Potrebbero essere necessari alcuni tentativi ed errori per trovare il trattamento e il supporto che funzionano meglio per te. Ad esempio, se decidi di proseguire la terapia, potrebbero essere necessari alcuni tentativi per trovare un terapista con cui ti trovi bene. Oppure puoi provare un antidepressivo, solo per scoprire che non ne hai bisogno se fai una passeggiata di mezz’ora al giorno. Sii aperto al cambiamento e un po ‘di sperimentazione.

Non fare affidamento solo sui farmaci. Sebbene i farmaci possano alleviare i sintomi della depressione, di solito non sono adatti per l’uso a lungo termine. Altri trattamenti, inclusi l’esercizio fisico e la terapia, possono essere efficaci quanto i farmaci, spesso anche di più, ma non hanno effetti collaterali indesiderati. Se decidi di provare i farmaci, ricorda che i farmaci funzionano meglio quando apporti anche cambiamenti sani nello stile di vita.

Cerca un supporto sociale. Più coltivi le tue connessioni sociali, più sei protetto dalla depressione. Se ti senti bloccato, non esitare a parlare con familiari o amici fidati o cerca nuove connessioni in un gruppo di supporto per la depressione, ad esempio. Chiedere aiuto non è un segno di debolezza e non significa che sei un peso per gli altri. Spesso, il semplice atto di parlare con qualcuno faccia a faccia può essere di enorme aiuto.

Il trattamento richiede tempo e impegno. Tutti questi trattamenti per la depressione richiedono tempo e, a volte, possono sembrare opprimenti o frustranti. È normale. Il recupero di solito ha i suoi alti e bassi.

Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Tweet about this on TwitterShare on Facebook0
Autore
Cristiana Lenoci
Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*