Home > Storie dal mondo > Padre affetto da Sla si alza per accompagnare la figlia all’altare

Padre affetto da Sla si alza per accompagnare la figlia all’altare

Augie Nieto l'uomo con la Sla che ha accompagnato la figlia all'altare

Augie Nieto l’uomo con la Sla che ha accompagnato la figlia all’altare

Ha superato le limitazioni della malattia per il matrimonio di sua figlia. L’incredibile gesto di un padre affetto dalla Sla

Affetto da una malattia neurodegenerativa, la Sla, che non gli consente di muovere braccia e gambe, un uomo ha fatto qualcosa di sensazionale, solo per poter regalare alla figlia un’emozione forte e un sorriso nel giorno più importante della sua vita. La storia di questo grande gesto d’amore arriva dalla California, dove Augie Nieto, un 56enne che soffre di sclerosi laterale amiotrofica (Sla), si è alzato in piedi nel giorno del matrimonio della figlia Lindsay per accompagnarla all’altare. Il padre tetraplegico è affetto dalla Sla dal 2005 e in meno di tre anni ha progressivamente perso l’uso delle braccia e delle gambe; poi a causa della malattia neurodegenerativa, conosciuta anche come Morbo di Lou Gehrig, ha dovuto subire una tracheotomia perdendo l’uso della parola. Ma ciò non gli ha impedito di dare la sua benedizione alle nozze della figlia con il fidanzato Chris Williams, accompagnandola all’altare e presenziando alla cerimonia. Tutto grazie a una particolare strumentazione, una sorta di esoscheletro che il padre affetto da Sla ha indossato e che gli ha permesso di camminare fino all’altare e poi dire alla figlia, attraverso il movimento dei muscoli facciali, “ti voglio bene e sono così orgoglioso di te”.

Un gesto davvero commovente e non facile, considerando quando la Sla crea forti limitazioni e difficoltà nei movimenti, andando ad attaccare poco alla volta le cellule nervose che controllano l’utilizzo dei muscoli. Purtroppo pochissime persone che contraggono la Sla riescono a sopravvivere per 10 anni, la maggior parte muore a causa di insufficienza respiratoria. Ciò nonostante Augie ha vinto una piccola scommessa, regalando alla figlia Lindsay un momento davvero indimenticabile, tornando a camminare per lei.

Daniele Orlandi

Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Tweet about this on TwitterShare on Facebook0
Autore
Daniele Orlandi
Daniele Orlandi
Giornalista pubblicista, mi occupo di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collaboro con testate giornalistiche (quotidiani e settimanali, cartacee e online) e sono specializzato in comunicazione sul web, S.E.O., contenuti editoriali indicizzabili sui principali motori di ricerca, comunicazione in real time. Lavoro da tempo con il team di Articoliinvendita, occupandomi della creazione di contenuti editoriali per il web e la carta stampata.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*