Home > Dalla passione al lavoro > Pablo: “Ecco come è nato Charrua Artigianato”

Pablo: “Ecco come è nato Charrua Artigianato”

pablo

Pablo è un giovane uruguayano che vive da anni in Italia, e qui ha messo a frutto la sua creatività, creando un laboratorio artigianale per la lavorazione del cuoio. Charrua Artigianato, così si chiama la sua piccola attività, nasce dal desiderio di lavorare il cuoio a mano per realizzare pezzi assolutamente unici ed originali. Lo abbiamo incontrato per farci raccontare la sua storia.

R: Quando nasce la tua passione per la lavorazione del cuoio?

P: Uno dei primi lavori che ho svolto nel mio paese, l’Uruguay, consisteva in realizzare delle borse in cuoio rigido,  fatte a misura x trasportare l’occorrente per il mate, bevanda tipica uruguayana. Dentro perciò doveva starci comodamente il termos, l’erba mate ed il mate, il contenitore per questa bevanda. In questo lavoro non c’era molto spazio per la mia creatività. Quando l’attività fini, provai a fare qualcosa per conto mio, ma non ebbi molto riscontro, ero troppo giovane, avevo appena 15 anni.

La mia passione vera e propria è iniziata quasi tre anni fa, quando da alcuni scarti di cuoio trovati per caso ho provato a realizzare  un marsupio che desideravo tanto, che chiaramente era nella mia testa, perciò non l’avrei mai trovato altrove. Charrua artigianato nasce così, da idee che, con un pò d’impegno, manualità e tanta passione, possono diventare realtà. Sono convinto che questo può avvenire anche in tutti i campi dell’artigianato.

R: Raccontaci brevemente la tua storia. Quando e perché sei arrivato in Italia?

P: Credo che non avrei mai avuto nè il coraggio nè la possibilità economica se non avessi avuto già dei parenti qui in Italia. Ho preso la decisione a 21 anni, aiutato da mia sorella, che si trovava già qui da diversi anni. Ho lasciato il mio paese non perché non vi fosse lavoro, bene o male qualcosa trovavo sempre. Ho iniziato a lavorare che avevo 14 anni quando mio padre, vedendo che il mio interesse per gli studi era pressochè nullo, mi ha invitato a prendere una decisione, o impegnarmi di più, oppure andare a lavorare. Io ho scelto la seconda, a quei tempi pensavo che studiare non servisse a niente. Fino a quando non ho preso la decisione di emigrare, ho fatto un pò di tutto, boscaiolo, falegname, muratore, ho lavorato nei campi, ho fatto il cuoco e costruito case di legno, ma non ho mai trovato un lavoro decente, che mi permettesse di costruirmi un futuro. Non sono una persona ambiziosa, ma il fatto di lavorare, a volte anche dei lavori pesanti, e poi non potermi permettere di comperarmi nemmeno un paio di jeans se non a rate, non potermi permettere una birra dopo il lavoro quando la volevo, o una pizza, non potevo più sopportarlo. Certe mattine mi capitava di dover scegliere se prendere le sigarette ed andare al lavoro a piedi oppure prendere il bus e non comperare le sigarette. Ecco, sono stati questi i motivi a spingermi a lasciare l’Uruguay e venire in Italia per trovare di meglio.

R: Come pensi di sviluppare la tua attività artigianale in futuro?

P: La mia attività artigianale non è la mia attività principale, almeno per il momento,  (lavoro in un’associazione di assistenza ai profughi) poiché ora preferisco la busta paga, ma so che il mio mestiere con il cuoio è li, e che se dovessi averne bisogno, potrebbe darmi sostentamento. Nel frattempo imparo, mi perfeziono continuamente. Non mi sento “arrivato”, in un lavoro come questo non si finisce mai di migliorarsi.

R: I pro e i contro di essere un artigiano.

P: La cosa più bella di fare l’artigiano è che puoi fare quello che ti piace, dare vita alle idee che ti vengono in testa, creare oggetti  che piacciono a te e piacciono alla gente. La cosa brutta è che la maggioranza delle persone ormai abituata ai prodotti industriali, non apprezza più il valore delle cose artigianali.

Auguriamo in bocca al lupo a Pablo per la sua bella attività e vi invitiamo a visitare la sua pagina Facebook: Charrua Artigianato

pablo-oggetti-1

pablo-oggetti

 

Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Tweet about this on TwitterShare on Facebook0
Autore
Cristiana Lenoci
Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*