Home > Guide > La riparazione delle pale eoliche: un settore in forte crescita con nuove opportunità lavorative

La riparazione delle pale eoliche: un settore in forte crescita con nuove opportunità lavorative

La riparazione delle turbine eoliche è un settore in rapida crescita a causa dell’elevato numero di turbine eoliche esistenti che si avvicinano a un’età avanzata.

Con l’invecchiamento di queste turbine eoliche, emergerà una maggiore consapevolezza del lavoro di riparazione previsto.

I governi di tutto il mondo stanno spingendo per una maggiore dipendenza dalle energie rinnovabili, che sta causando una rapida crescita in l’industria.

Il numero di turbine eoliche ovviamente crescerà rapidamente e con lo sviluppo di più parchi eolici, emergeranno maggiori opportunità di riparazione.

Come funziona la riparazione di una pala eolica

La parte superiore di una turbina eolica è in genere alta 300 piedi e portare lassù attrezzature e personale di riparazione può essere una vera sfida.

I servizi di riparazione di generatori di turbine eoliche possono includere qualsiasi cosa, dalla riparazione delle pale della turbina alla pulizia e verniciatura e riparazioni meccaniche interne delle turbine.

È interessante notare che ci sono due metodi o tipi principali di equipaggi che riparano le turbine eoliche.

Una società di riparazione di turbine può fare affidamento su macchinari per sollevare i riparatori fino alle aree che necessitano di manutenzione, un altro metodo consiste nell’utilizzare l’accesso aereo offerto dall’elicottero per abbassare il riparatore e qualsiasi parte dall’alto, e un altro metodo sarebbe usare una corda certificata per scalatori per raggiungere le pale della turbina e altre aree.

La facilità di raggiungere le parti interne dipende dalle dimensioni della turbina.

Alcune sono enormi e richiedono che i tecnici riparatori salgano centinaia di gradini, mentre altri utilizzano un sistema di sollevamento che fa parte della turbina eolica.

L’utilizzo di arrampicatori su corda è un modo intelligente per eseguire una serie di attività di riparazione perché può ridurre i costi in modo significativo.

Poiché non è sempre necessario trasportare le attrezzature principali nel luogo in cui si trovano le turbine eoliche, il costo di trasporto di tutti i macchinari e veicoli può essere ridotto.

In molti casi, una turbina eolica può avere un accesso molto limitato a veicoli di grandi dimensioni, nel qual caso sono necessari alcuni di questi altri metodi.

Come si danneggiano le pale eoliche

Un lavoro di riparazione di una turbina eolica può richiedere da pochi giorni a mesi. Le turbine eoliche hanno ovviamente parti in movimento, il che significa che sopportano la normale usura dovuta al regolare funzionamento.

Oltre a ciò, una turbina potrebbe essere danneggiata da altre forze esterne. I venti forti generano detriti che possono causare danni. Le turbine hanno pale in fibra di vetro, che spesso necessitano di riparazioni. Le parti meccaniche interne possono usurarsi o rompersi, il che significa che devono essere riparate.

Con l’invecchiamento delle turbine eoliche esistenti, anche le riparazioni necessarie cambieranno. Poiché così tante turbine stanno raggiungendo solo ora un’età in cui sono previste riparazioni importanti, queste potrebbero richiedere riparazioni o sostituzioni che non si sono verificate molto spesso in passato.

È noto che con l’invecchiamento delle pale della turbina possono diventare più fragili o la fibra di vetro inizia a deteriorarsi. Questo deterioramento è dovuto a molti fattori, dal caldo e freddo eccessivi al vento e ai detriti che li colpiscono costantemente.

In ogni caso, il settore è in continua evoluzione e i tipi di interventi necessari potrebbero cambiare significativamente nel tempo.

 

 

Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Tweet about this on TwitterShare on Facebook0
Autore
Cristiana Lenoci
Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*