Home > Io Penso Positivo > La Filosofia del Bradipo: ecco come Godersi la Vita

La Filosofia del Bradipo: ecco come Godersi la Vita

Parliamoci chiaro: essere pigri oggi viene considerato come un difetto, eppure c’è chi della lentezza ne ha fatto proprio un “mood”.

Contemplativi, rilassati, riflessivi: da milioni di anni i bradipi ci insegnano che-in fondo- affannarci non serve proprio a nulla. La scelta più giusta da fare è quella di adottare il c.d. “Metodo CALM”.

Nel libro “La Saggezza del Bradipo” (Ed. HarperCollins Italia), la psicoterapeuta Jennifer MacCartney spiega come vivere senza stress fregandosene altamente del giudizio altrui. L’autrice descrive dettagliatamente in cosa consiste la filosofia del bradipo, partendo dal mantra principale: “Rallenta”.

Il metodo CALM  si compone di 4 semplici consigli per far emergere la versione più “bradiposa” di se stessi e vivere meglio.

C come “Che bello dormire!”: un buon sonno ristoratore fa bene, è un toccasana per la pelle ed il sistema immunitario, dice McCartney.

A come “Addio Telefono!”: il consiglio dell’esperta è di provare a lasciare a casa lo smartphone almeno quando usciamo a fare brevi commissioni. Le notifiche possono aspettare il nostro ritorno!

L come “Liberi dagli impegni!”: la filosofia del bradipo è fondamentale per la propria salute mentale. Essere indaffarati sempre e comunque non è motivo di merito!

M come “Ma perché tutta questa fretta?”: quando siamo troppo stressati, abbiamo bisogno di prenderci una pausa. Pensate per un attimo ai nostri nonni, che per tenersi in contatto prendevano carta e penna e per settimane dovevano aspettare la risposta. Eppure, sono sopravvissuti!

Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Tweet about this on TwitterShare on Facebook0
Autore
Cristiana Lenoci
Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*