Home > Dalla passione al lavoro > Erika Barbato: attraverso un blog racconto le mie passioni

Erika Barbato: attraverso un blog racconto le mie passioni

erika barbato

Avevo letto di lei qualche mese fa, sfogliando una rivista di moda. Mi ha colpito che una ragazza così giovane abbia già le idee così chiare su quello che vuole fare nella vita e su come ottenere consensi e farsi conoscere tramite lo strumento del web.

Erika Barbato è una blogger di ventidue anni di Campobasso molto apprezzata non solo dalle coetanee, ma anche da un pubblico più adulto, che apprezza i suoi consigli di stile e i suggerimenti sulla moda, i viaggi e la fotografia. Sì, perché sono queste le passioni che Erika, attraverso le pagine del suo blog (http://www.erikabarbato.com/) trasmette ai numerosissimi followers che la seguono sui social network. Studentessa al terzo anno presso la facoltà di Scienze della Comunicazione, Erika ha cominciato postando le sue proposte di stile e moda sul profilo Facebook, poi nel 2012 decide di creare un blog per mettere in Rete le sue fotografie e i post.

In pochi mesi Erika si impone sul web, i followers osservano passo dopo passo i suoi appuntamenti ed eventi attraverso i social network e il suo nome diventa famoso attraverso migliaia di condivisioni. Dopo aver preso parte ad un importante progetto editoriale, Erika partecipa nel 2013 a due kermesse importanti, Sanremo e Miss Italia, seguendo le diverse tappe sia della manifestazione canora che del concorso di bellezza. Non mancano inoltre le collaborazioni e le sponsorizzazioni con famosi brand come Guess. Erika ha anche progetti futuri di cui ci racconterà in questa intervista realizzata in esclusiva per il nostro sito.

R: Moda, fotografia, viaggi e web: ci spieghi come sei riuscita a mettere insieme le tue passioni in maniera così armonica?

E: Da sempre ho avuto queste passioni, anche se magari in maniera isolata tra di loro, credo che però il legame sia venuto man mano da solo. Il blog poi era il “luogo” perfetto per unirle e dar vita ad un qualcosa che mi rappresentasse al meglio.

 R: Potresti spiegarci in cosa consiste la tua attività di blogger?

E: In tanti non lo capiscono ma è anche questo un lavoro (se fatto con professionalità), siamo nel 2014 il presente ed il futuro sono sul web. In ogni caso io mi vedo più come una “giornalista”, ho un mio blog ed infatti oltre a raccontare dei miei look parlo degli eventi a cui prendo parte, dei viaggi che faccio, anche di un piatto che ho assaggiato e che voglio mostrare agli altri. Ecco perchè non mi definisco propriamente una fashion blogger, mi occupo un po’ di tutto.

R: Progetti futuri: ci parli della tua produzione di t-shirt #solocosebelle?

E: Di progetti in vista ce ne sono tanti, ma sono sempre troppo scaramantica per rivelarli in anticipo. Per adesso ho appena realizzato una capsule collection di Tshirt insieme al brand MarialuisaMaruzzella;c’è un tag che uso sempre nei miei post che è #solocosebelle (e non intendo mai cose materiali) quindi ho deciso di riportalo sulla maglietta che mi hanno proposto di ideare insieme alla frase: “Le cose belle della mia vita non sono cose”. Sta andando benissimo, le ragazze che mi seguono hanno capito il senso e la vedo sempre più spesso indossata nelle loro foto.

 R: Cosa è per te la moda? Quando hai scoperto di esserne attratta?

E: Mah, per me la moda è assolutamente un modo di rappresentarsi, ognuno si veste come meglio crede, secondo me anche chi dice di non avere uno stile da seguire, inconsciamente, ne ha uno eccome. Per il resto, questo lo ripeto sempre, non sono nessuno per dettare legge in fatto di moda. Mi sento (e sono) molto più vicina alle ragazze della mia età che ad un modello da imitare che sfocia a volte nel ridicolo per “seguire la moda”. Credo sia questo che piace a chi mi segue, mi sentono una di loro e non potevo desiderare di meglio. Quando sono stata attratta dalla moda? Può bastare se dico che da piccola passavo i pomeriggi a vestire e cambiare le bambole e a ritagliare le modelle dai giornali?

 R: Un aggettivo per Sanremo ed uno per Miss Italia, due kermesse che hai seguito da più da vicino.

E: Sanremo è stata la mia prima esperienza professionale come blogger, ho lavorato e mi sono divertita tantissimo. Ho visto la vittoria di Marco Mengoni, uno dei miei cantanti preferiti, dal vivo, a pochi metri da lui, quindi direi Emozionante. Miss Italia invece lo guardavo sempre da piccola a casa, aspettavo la mezzanotte per vedere la vincitrice, e quest’anno ero lì, in prima fila durante l’incoronamento; ho passato l’estate seguendo il tour insieme alle ragazze e rivivendo i momenti di un concorso che fa parte della storia italiana, un aggettivo? Magico.

Stilosa, divertente, appassionata e dinamica: Erika è un peperino che ha tanta strada davanti e le auguriamo di percorrerla tutta con l’entusiasmo dei suoi venti anni.

Intervista realizzata da Cristiana Lenoci

 

 

 

 

 

Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Tweet about this on TwitterShare on Facebook0
Autore
Cristiana Lenoci
Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*