Home > Dalla passione al lavoro > Bruno Zamborlin: con Mogees tutto diventa musica

Bruno Zamborlin: con Mogees tutto diventa musica

1544586_10151849736406044_911771323_n

A proposito di giovani che lasciano l’Italia, oggi parliamo di un giovane ricercatore italiano, Bruno Zamborlin,  che vive e lavora a Londra: qui ha messo a punto un progetto molto interessante nel campo della tecnologia informatica: Mogees.

Vi piacerebbe trasformare in note musicali tutto quello che ci circonda? Avrete ma pensato  che ogni cosa presente nell’ambiente in cui viviamo può diventare musica e farci godere bei momenti di relax in qualsiasi momento della giornata e ovunque ci troviamo?  Bruno ci ha pensato, poichè ha inventato un sensore capace di trasformare in musica qualsiasi cosa, collegandolo all’oggetto che si desidera, tramite smartphone che funziona con sistema operativo iOs oppure Android.

E’ possibile interagire con l’oggetto in questione come se fosse un vero e proprio strumento musicale. Ad ogni nota corrisponde una specifica vibrazione. L’inventore di Mogees, che ha sempre lavorato nel settore del computer music, ci tiene a sottolineare che il suo progetto è diverso da altre periferiche che funzionano con lo stesso meccanismo. “Quando attacchi il sensore ad un oggetto il software studia le proprietà acustiche e fisiche di quell’oggetto e le trasforma in musica in maniera continua. Toccando con le unghie o i polpastrelli i suoni sono diversi. In Inghilterra ho anche lavorato con bambini dai sette agli undici anni per insegnare ad utilizzare Mogees, che è utile a far capire i fondamenti della musica e la fisica del suono in generale”.

Il progetto del giovane ricercatore italiano è stato finanziato attraverso il sistema di crowfounding, la piattaforma utilizzata si chiama Kickstarter. “Con questo metodo si arriva direttamente alle persone, ed è maniera più economica per avere un capitale iniziale e cominciare un progetto, in maniera totalmente democratica”, spiega Bruno. In effetti il crowfounding, sempre più diffuso anche nel terzo settore, permette di scavalcare banche ed investitori, contando piuttosto sul contributo delle persone che si appassionano al progetto e per questo lo sostengono.

Mogees è un’applicazione che può essere utilizzata professionalmente da dj e produttori di musica per creare suoni e melodie ad un prezzo molto basso e con maggiore facilità, ma anche da chiunque abbia dimestichezza con lo smartphone e i mezzi tecnologici e sia abbastanza curioso e aperto alle novità. Insomma, uno strumento che piacerà non solo ai musicisti e agli intenditori di musica, speriamo sia messo presto in distribuzione anche al dettaglio.

Complimenti a Bruno per la sua idea creativa!

Cristiana Lenoci

Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Tweet about this on TwitterShare on Facebook0
Autore
Cristiana Lenoci
Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*