Home > Io Penso Positivo > Come smettere di essere sempre indecisi

Come smettere di essere sempre indecisi

Ogni scelta, dalla più banale alla più impegnativa, può trasformarsi per alcuni in una lotta estenuante tra più opzioni, condita da ansia, stress e dalla frustrazione di non giungere mai ad una conclusione. Theodore Roosevelt scrisse a tal proposito: “Quando devi decidere, la migliore scelta che puoi fare è quella giusta, la seconda migliore è quella sbagliata, la peggiore di tutte è non decidere”.

Qual è l’identikit dell’eterno indeciso

Interrogarsi sulle proprie scelte non è un atteggiamento negativo, al contrario il dubbio può essere sintomo di sensibilità, apertura mentale e voglia di contrastare pregiudizi e luoghi comuni. I problemi nascono quando i dubbi, anziché arricchire le nostre scelte, trasformano le esitazioni in ostacoli insormontabili. Gli indecisi sono anche insicuri, con poca autostima e scarso ottimismo nel futuro, temono la libertà, anche quella di sbagliare, faticano ad assumersi la responsabilità delle proprie azioni, a contemplare la rinuncia e patiscono il giudizio degli altri. In pratica si sentono in un pantano dal quale non sanno come uscire.

Ansia del giudizio e Sensi di Colpa

Mai lasciare che i fattori esterni decidano per noi. Il cantante Bob Marley ha scritto: “Quando sei davanti a due decisioni, lancia una moneta. Non perché farà la scelta giusta al posto tuo, ma perché, nel momento in cui è in aria, saprai in cosa stai sperando di più”. Il più delle volte sappiamo che cosa vogliamo, ce lo suggerisce il cuore, ma capita che quella scintilla che si accende e ci illumina venga subito spenta sotto l’ansia del giudizio, il senso di colpa e il peso dell’inadeguatezza.

Indecisi in aumento: perché?

La società odierna sembra aver incrementato il fenomeno dell’indecisione. Il motivo è che le alternative sono aumentate (basti pensare al guardaroba, visto che gli armadi traboccano di tantissimi capi di abbigliamento anche superflui), e lo stesso succede con le sicurezze emotive e psicologiche. Tutto ciò che c’è fuori da noi è importante, ma non più di noi stessi e gli altri spesso sono meno interessati a ciò che facciamo di quello che noi pensiamo. E soprattutto, le conseguenze delle nostre decisioni dono sovente molto meno catastrofiche di quanto ci aspettiamo.

Dritte per eterni indecisi

Essere onesti con se stessi, auto analizzarsi in maniera critica, ricorrere eventualmente alla psicoterapia per sondare e comprendere le ragioni dell’indecisione perenne. Quando un dubbio vi colpisce non fermatevi, ma concentratevi sui passi successivi, affrontandone uno per volta. Più che il risultato finale conta fare piccoli passi per guadagnare fiducia in voi stessi e non procrastinare. Occhio a non cadere nell’atteggiamento opposto, pre- crastinare, agire e scegliere con decisioni troppo veloci che possono sembrare risolutive al momento, ma che possono nascondere il bisogno di non pensare troppo, di liberarsi del disagio che una decisione implica.

 

Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Tweet about this on TwitterShare on Facebook0
Autore
Cristiana Lenoci
Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*