Home > Scelte di vita > Regali Natale 2017: facciamoli green!

Regali Natale 2017: facciamoli green!

regali natale green

Cambiare le abitudini in ottica ecosostenibile è possibile anche a Natale: potremmo optare per regali green, ecco qualche idea.

Si può fare una piccola marcia indietro e allontanarsi dai soliti doni all’insegna del consumismo, pensando a idee regalo ecologiche e solidali. In un’epoca caratterizzata dalla crescente attenzione verso temi quali l’ecologia, la sostenibilità ambientale, la responsabilità sociale, anche il Natale può rappresentare un pretesto per rileggere le nostre abitudini, come quella di fare i regali. Potremmo orientarci verso doni che siano più “green”, ossia rispettosi dell’ambiente, e improntati alla diffusione di una cultura ecofriendly.

Regali green per chi ama la moda

Il riciclo creativo apre un mondo di possibilità diverse per chi desidera scegliere regali “etici” e originali. Dagli indumenti ai gioielli, dai giocattoli ai mobili e agli elementi di design: sono sempre di più gli artigiani e le aziende che sposano la logica del riuso realizzando oggetti di recupero, con materiali riciclati, riciclabili e talvolta anche del tutto biodegradabili, partendo dagli scarti di lavorazione. Grazie alla partnership delle aziende produttrici con associazioni benefiche, cooperative e onlus, l’acquisto di prodotti ecofriendly diventa anche una forma di impegno sociale, contribuendo a progetti che sostengono economie locali e favoriscono l’inserimento lavorativo di persone altrimenti emarginate dai processi di produzione.

Regali green per chi ha il pollice verde

Come alternativa al solito vaso fiorito con una piantina, si possono regalare strutture per orti verticali (più o meno grandi, da addossare alla parete della cucina) o quadri vegetali con cornice da appendere in salotto a scopo ornamentale, ma anche per purificare l’aria, grazie alla capacità di alcune piante (come spatifillo, photos, xilene, toluene) di assorbire le sostanze inquinanti. Alcune aziende propongono accattivanti kit con terriccio biologici e semi di fiori o piante aromatiche selezionati per realizzare un giardino o un orto “tascabile”, direttamente nel contenitore in cui sono messi.

Decorazioni natalizie che sbocceranno

Nella versione natalizia ci sono anche i biglietti di auguri o decorazioni da appendere all’albero, realizzati in materiale biodegradabile e contenenti semi da piantare in primavera per vedere spuntare in pochi giorni la propria piantina, capace di ravvivare l’ambiente, fornire quantità modeste di alimenti a chilometro zero (peperoncino, basilico, fragoline di bosco, ecc.)e migliorare l’ecosistema urbano attraendo farfalle e insetti utili per portare la lotta integrata direttamente sul proprio balcone.

Regali green per chi ama la Natura

Sempre attuale, l’idea di fare del bene a Natale può essere declinata in chiave ecofriendly. Il Wwf offre la possibilità di adottare a distanza un animale protetto (tigre, elefante, orango). Attraverso la piattaforma online Treedom (www.treedom.net) si può scegliere un albero e regalarlo ad una persona, che riceverà un biglietto di auguri contenente un codice dal quale potrà risalire a tutte le informazioni relative alla pianta (specie, significato simbolico, nome scelto dal mittente, luogo di piantumazione). Gli alberi di Treedom vengono piantati in tutto il mondo da contadini locali, che godranno dei loro frutti, e possono essere seguiti online come si fa nelle adozioni a distanza. Altra bella iniziativa “green” da segnalare è il progetto “Adotta un melo”, attivato dalla Regione Trentino, che permette di adottare a distanza un melo e regalarlo ad una persona che potrà raccoglierne i frutti una volta maturi, usufruendo dei pacchetti soggiorno previsti dagli agriturismi aderenti all’iniziativa.

Week end a contatto con la natura

Sono sempre più numerose le strutture ricettive che offrono proposte di villeggiatura a contatto con la natura e a basso impatto ambientale: dagli agriturismi alle masserie, dai bed and breakfast immersi nel verde, alle case sugli alberi, fino agli igloo e alle bubble rooms (tende sferiche trasparenti, pressurizzate e biodegradabili, capaci di contenere comodamente un letto matrimoniale e di far vivere la bellissima esperienza di una notte sotto le stelle pur restando al caldo: vedi ecobnb.com)

Occhio all’incarto, anche questo deve essere green

Perché un regalo sia davvero “green” è importante che anche il packaging corrisponda a criteri ecologici. Invece di optare per imballaggi inquinanti, meglio orientarsi per confezioni biodegradabili o di recupero, realizzate con carte stradali, stoffe e nastri recuperati, scatole riutilizzate e riutilizzabili, cartone ondulato. Anche il tradizionale cesto natalizio può essere declinato in versione ecosostenibile. Basta riempirlo con alimenti a km zero, oppure scegliere prodotti legati ad un commercio equosolidale, che sostenga l’economia dei Paesi svantaggiati o aiuti le popolazioni colpite da disastri naturali.

 

 

Autore
Cristiana Lenoci
Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>