Home > Storie dal mondo > Mary Manssen: a 91 anni salto con il bungee jumping

Mary Manssen: a 91 anni salto con il bungee jumping

Mary-Manssen-fonte foto: nanopress.it

Mary-Manssen-fonte foto: nanopress.it

Un’arzilla nonnina che ha sempre amato le emozioni forti e gli sport estremi: si chiama Mary Manssen,è della Nuova Zelanda, e alla veneranda età di 91 anni ha realizzato un nuovo record lanciandosi giù dal ponte Kawarau di Queenstown con il bungee jumping. Il lancio è avvenuto il 23 Aprile scorso: la signora Mary, per compiere l’impresa, ha chiesto l’autorizzazione al medico che non gliel’ha negata in quanto, nonostante l’età anagrafica, la donna è in perfetta forma.

La nonnina ha raccontato la sua esperienza, il momento in cui era sulla piattaforma e stava per buttarsi (“Ho sentito il boato della gente. E’ stato meraviglioso”), e che siccome il marito non le aveva mai permesso di farlo prima, da quando è morto ha cominciato a praticare questa disciplina e a provarci gusto. Mary non aveva messo al corrente nessuno dei familiari del suo intento di lanciarsi dal ponte con una corda: “Mia figlia ha 72 anni, e l’avvertirò dell’impresa quando la chiamerò per farle gli auguri del compleanno (il primo Maggio n.d.r.).

La signora Manssen ha deliziato i presenti con il suo volo, e gli organizzatori si augurano che torni presto a fargli visita. La dinamica signora ha una famiglia numerosa: sette figli, 18 nipoti, 35 pro-nipoti ed un altro in arrivo. E’ davvero una donna fortunata, vista la splendida forma fisica e lo spirito indomito che effettivamente la rende simile ad una giovincella.

Articolo realizzato da Cristiana Lenoci

Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Tweet about this on TwitterShare on Facebook0
Autore
Cristiana Lenoci
Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*