Home > Dalla passione al lavoro > Diventare Web Project Manager: una delle professioni del futuro

Diventare Web Project Manager: una delle professioni del futuro

Il web offre tantissime opportunità di lavoro, ma le nuove professioni in ambito informatico e tecnologico richiedono, oltre a competenze specifiche, anche curiosità e capacità di mettersi in gioco. Ne sa qualcosa Cristian, web project manager di Pesaro, che ci ha parlato con molto entusiasmo della sua attività.

Quando hai cominciato questa professione, e da dove nasce la tua passione per il web?

La mia passione per il web è nata per caso, quando ho comprato il mio primo computer ed ho avuto accesso alla Rete Internet. Pensare di avere tutto a portata di mano, poter raggiungere in tempo reale una persona che si trova dall’altra parte del mondo, ha suscitato in me il desiderio di approfondire tutto ciò che con la Rete potevo sperimentare.

Come succede molte volte, dalla pura e semplice curiosità è nata questa professione, che mi dà la possibilità di sperimentare continuamente per ottenere dei risultati. Mi ritengo molto fortunato, dal momento che svolgo una professione che mi piace da ormai dieci anni, ma ogni giorno per me è come se fosse la prima volta. L’emozione e quella sensazione di entusiasmo mi sono rimaste addosso, stimolandomi a fare sempre del mio meglio.

Quali sono i pro e i contro nello svolgere un lavoro come freelance?

In realtà non riesco a vedere gli svantaggi di questa professione, a parte la burocrazia, che ritengo a volte inutile e ripetitiva. Ci sono tantissimi “pro” legati ad un lavoro come freelance. Chiaramente, se avessi voluto una vita più serena avrei optato per un lavoro da dipendente, di otto ore al giorno, con tredicesima, malattia e disoccupazione in caso di licenziamento. Ma questo è un tipo di vita che non fa per me. Certo, pensare di navigare e aspettarsi che il mare non sia mai in tempesta vuol dire peccare di ingenuità.

Il mio consiglio è di non mettersi a navigare se alla prima onda che ti sbatte in faccia ti lamenti e ritorni indietro. Le difficoltà ci sono, ma fanno parte del gioco e sono superabili adottando le giuste “strategie”. Qualche esempio? Ci sono clienti che non pagano, quelli che non si accontentano mai, le tasse troppo alte, la burocrazia che fa perdere tempo, ecc. Si tratta di cose che esistono, di eventi che si incontrano sul percorso e che non si possono evitare. Ma se la tua passione è più forte delle difficoltà che incontri, allora è una partita che puoi giocare, indipendentemente dal risultato che otterrai.

Come pensi che si evolverà il web nel futuro?

Difficile a dirsi. Da quando lo conosco, il web è in continua evoluzione. Praticamente è cambiato tutto rispetto all’approccio iniziale: oggi i “colossi del web”hanno preso una grossa fetta di mercato, e sono loro a dettare in parte le “regole del gioco”. Attualmente si punta tutto sul fornire servizi  di qualità ai clienti: più sei bravo a soddisfare le esigenze dei tuoi clienti, maggiori sono le possibilità di fidelizzarli e quindi crescere professionalmente. Basti pensare all’esperienza di acquisto su Amazon: chi non desidera anche altrove un trattamento del genere? Oggi il livello è molto alto in qualsiasi settore, e questo comporta un continuo miglioramento, dato che tutto è ormai accessibile da tutti. Un servizio o un prodotto che una volta potevi trovare soltanto nella tua zona, oggi lo trovi dall’altra parte del mondo e dopo soli due giorni è nelle tue mani.

Di cosa ti occupi nello specifico, e come si inserisce la tua professione di Web Project Manager in ambito aziendale?

Ho cominciato ottimizzando i siti web per i motori di ricerca. In questo campo ho davvero sperimentato tanto, cercando sempre il giusto approccio. Il posizionamento SEO è un tipo di disciplina parecchio creativa, non esiste una ricetta standard ma solo regole di base. Per tutto il resto ci vuole curiosità, impegno e analisi continui. Oggi quando collaboro con le aziende mi occupo di gestire l’intero progetto web, definendo una linea guida e mettendo in sinergia ogni figura professionale interessata per il conseguimento dei risultati prestabiliti.

Quali sono i requisiti e le caratteristiche che bisogna avere per avviarsi in questa professione del web?

Per lavorare nel web servono tanta passione e impegno: questo tipo di attività richiede grande motivazione, altrimenti non si arriva ad alcun risultato. Non è un lavoro statico, ogni progetto ha bisogno di assumere una propria linea personalizzata e dedicata,non esiste una “ricetta” che funziona sempre e per tutti. Poi, con il web che si evolve in continuazione, quello che oggi funziona benissimo domani potrebbe essere già obsoleto, e quindi da rifare. Ripeto: o si è pronti a prendere onde in faccia e nonostante tutto continuare, oppure è meglio dedicarsi ad altro.

www.andreatini.net

 

 

Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Tweet about this on TwitterShare on Facebook0
Autore
Cristiana Lenoci
Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*