Home > Storie dal mondo > Dan Price: taglio il mio stipendio per aumentare quello dei dipendenti

Dan Price: taglio il mio stipendio per aumentare quello dei dipendenti

Dan Price-fonte foto: youtube.com

Dan Price-fonte foto: youtube.com

La storia che vogliamo raccontarvi fa sperare che un giorno qualcosa possa cambiare e che la disuguaglianza possa scomparire. Dan Price è il fondatore e ceo della Gravity Payments, una società americana che ha sede a Seattle.

Dan, un giorno, parlando con un amico si rende conto di quanto sia difficile, per un dipendente, tirare avanti con un costo della vita così alto e gli affitti alle stelle. Il suo amico incarna, in fondo, tutte le persone che lavorano per lui in azienda. Così prende una decisione saggia e altruista: taglia il suo stipendio di circa 930 mila dollari (corrispondenti a circa 900 mila euro) per poter aumentare lo stipendio annuo dei dipendenti: 120 persone che percepiscono mediamente 48 mila dollari all’anno (circa 45 mila euro).

Il gesto generoso di Dan Price ha consentito di raddoppiare il salario a settanta di loro. La cifra di 70 mila dollari all’anno è quella stimata come punto di riferimento ideale per raggiungere la felicità (secondo una ricerca della Princeton University del 2010).

Per Price la disuguaglianza di stipendio tra lui e i suoi dipendenti ha rappresentato sempre un cruccio. D’altronde, un taglio dello stipendio non modificherà più di tanto le sue abitudini di vita, dato che è riuscito a guadagnare un bel po’ di soldi da quando la sua compagnia è stata avviata. Il suo salario, pur se dimezzato, gli permetterà comunque di togliersi qualche sfizio. L’obiettivo è di far raggiungere alla società il livello di 2,2 milioni di dollari. Quando questo accadrà, il suo salario potrà tornare ad essere quello di prima senza però mai gravare sui dipendenti.

Innalzare la paga dei dipendenti, secondo Price, va considerato un investimento: i lavoratori che percepiscono salari più elevati si sentono maggiormente gratificati, diventano più efficienti e competitivi e riescono a gestire i clienti migliori. Molti imprenditori dovrebbero prendere esempio da lui: in tempi di crisi viene molto più facile licenziare oppure abbassare il salario che puntare sulle risorse umane di un’azienda. E se cambiando strategia le cose migliorassero? Grazie a Dan Price per il suo esempio!

Articolo realizzato da Cristiana Lenoci

Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Tweet about this on TwitterShare on Facebook0
Autore
Cristiana Lenoci
Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *

*

*